Non si giudica un libro dalla copertina

Libro dalla copertina

Questa libreria ha preso sul serio il detto “Non si giudica il libro dalla copertina” e lo ha fatto in un modo tanto originale quanto semplice ed efficace. Voi cosa ne pensate?

Entrai nella libreria e aspirai quel profumo di carta e magia che inspiegabilmente a nessuno era ancora venuto in mente di imbottigliare.
(Carlos Ruiz Zafón)

Devo ammetterlo: spesso anche io mi faccio condizionare nella scelta del libro dalla copertina, non tanto dalle immagini, ma dai colori, le sensazioni al tatto, gli odori, i materiali. Spesso un libro trovato in un mercatino, che vive da molti anni e porta dentro di sé le emozioni di numerosi lettori che lo hanno gustato, amato, odiato, apprezzato, mi spinge all’acquisto immediato.

Eppure esiste un modo per realizzare regali interessanti, anche per se stessi, in cui bisogna fidarsi al 100% Si tratta del progetto Blind Date with a Book (Appuntamento al buio con un libro) della libreria australiana Elizabeth’s Bookshop dove esiste uno scaffale di libri tutti impacchettati in una semplice carta marrone. Sul pacchetto alcune parole e frasi descrivono soggettivamente il libro, ma non rivelano l’autore, il titolo né la copertina.

Sarebbe davvero divertente provare a prendere uno di questi volumi, lasciandosi ispirare ed incuriosire da alcuni aggettivi, liberandosi dall’ansia della scelta e dalla responsabilità di poter “sbagliare il titolo”.

Un’idea davvero intelligente anche per uscire dalla “propria comfort zone letteraria” – come ha detto la direttrice della libreria Melanie Prosser in un’intervista al Daily Telegraph -, che spesso ci costringe a rimanere nel nostro mondo classico, fantasy o storico, dandoci una piccola spinta verso la scoperta di nuovi mondi.

Tutti noi appassionati di libri e lettura ci interfacciamo sempre con la difficoltà di scegliere un nuovo titolo, vivendo l’imbarazzo (ma anche la bellezza, ammettiamolo) di trascorrere nella libreria, in biblioteca o nei mercatini ore a sfogliare pagine, prendere libri per poi posarli, annusare e giudicare il libro dalla copertina. Nonostante per me la selezione del testo rimanga una sensazione positiva ed emozionante, troverei davvero curioso e nuovo, acquistare un libro senza vedere cosa si nasconda realmente dentro al pacchetto, fidandomi delle sensazioni di qualcun altro.

Non si giudica un libro dalla copertina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *